Il Classificone di Natale

E’ quasi natale, e ci sono due cose che non possono mancare sotto l’albero. Primo, il nuovo disco di Micheal Bublè, in cui le canzoni sono identiche a quelle dell’anno precedente e secondo, il classificone sulla serie A. Non essendo io un grande cantante, vi consegno solamente il pagellone sperando di fare cosa gradita.

ATTENZIONE AI NAVIGANTI: Prenderò in analisi solamente il girone d’andata dell’annata 2016-17.

ATALANTA 8: Chi aveva previsto un Atalanta da sesto posto? Clamoroso il lavoro di Gasp. Non lo scopro di certo oggi che è un grande allenatore (da squadre medie), però il lavoro che ha fatto in questi 4 mesi mi fa sbavare. Ha avuto il coraggio di fare quello che non fa nessuno, ovvero far giocare i giovani, indipendetemente dal risultato. Nella sua DEA, c’è il futuro del calcio italiano. Quel 3-4-1-2 che vedevamo a Genova è stato riproposto addirittura meglio, con gli esterni che fanno su e giù senza pietà, Paloschi cestinato per Petagna, Papu Gomez nella sua stagione della consacrazione (infatti rischia di perderlo), Kurtic mazzolatore e goleador e poi Caldara, Gagliardini, Conti, Kessiè,Sportiello,Spinazzola (non c’è nè uno più vecchio di 24 anni). Non a caso meritano la mia copertina. SORPRESISSIMA

BOLOGNA 5: Senza infamia e senza lode. Il Bologna naviga in acque più o meno tranquille. A Donadoni non è di certo chiesta l’Europa però… potrebbe andare meglio. Tranne Krejci e Viviani, non vedo grossi elementi di spicco. Per ora sono tranquilli, vista la pochezza di chi gli è sotto. Attenzione a non farsi risucchiare. BRACCINO

CAGLIARI 6+: Sufficienza piena per ora. Rastelli ci sa fare e si vede. Squadra che contro le forti fa acqua da tutte le parti, ma negli scontri diretti, quelli importanti per salvarsi, non sbaglia. Quella è la chiave. Perchè se prendi 5 gol del Napoli, ma poi batti il Sassuolo, ti salvi. Merito importante è stato mettere Borriello nelle condizioni di fare 7 gol in 18 partite. La base Juve (Padoin, Storari, Isla e Borriello) + Bruno Alves sta dando una grossa mano alla causa, d’altronde li hanno presi per quello no? AHI’O

CHIEVO  7,5: Sono una non-sorpresa. Da anni nella Verona sponda Chievo, si lavora che è una favola. Qua è al contrario rispetto a Bergamo. Giovani? e cosa sono? una nuova marca di biscotti?. E’ la ribalta dell’usato sicuro. Difesa di ultra trentenni che è la terza migliore della serie A, centrocampo di muscoli + Birsa, che è un fiore cresciuto nell’asfalto e là davanti di riffa o di raffa il gol si fa. Tra Pellissier, Meggiorini, Inglese e Floro Flores, usciranno 20 gol totali, che faranno salvare il chievo senza patemi. PENSIONE DI VALIDITA’

CROTONE 4: Con Falcinelli+Trotta se a fine anno hai 15 gol in due, ti baci i gomiti. Purtroppo è la favola del Carpi, lotteranno fino all’ultimo perchè le altre sono allo stesso livello, ma ho paura che non riescano a fare 25 punti. Qualche giovane di spicco c’è, tipo Barberis o Capezzi, però gli squali migreranno presto dall’oceano al mare. ORATE PIU’ CHE SQUALI

EMPOLI  4: Qua dipende tutto da Saponara. Se il numero 10 è in annata, l’Empoli può anche divertire, se l’annata è storta si fanno 14 punti in 18 giornate. Purtroppo la squadra negli anni ha venduto tutti i tagli più pregiati (Hysaj, Valdifiori, Tonelli, Zielinski) e in casa è rimasto solo il sugo per condire la pasta. Martusciello è alla prima esperienza assoluta su una panchina, e l’infortunio di Pucciarelli non ha aiutato. Però là davanti l’attacco è da pensione,(solo 10 gol)mentre dietro si fa quel che si può. Sono molto più da retrocessione rispetto al Crotone per premesse. SE GLI ALTRI RETROCEDONO CI SALVIAMO

FIORENTINA 6,5: Più di 6,5 non riesco a dare perchè sono l’esempio lampante del “ha talento è.. se solo si impegnasse di più…” che ogni prof ha detto alle vostre mamme. Sarebbero da champions ma: non riescono a costruire una striscia di risultati utili consecutivi, e in più Paulo Sousa (che troppo presto abbiamo appellato come grande allenatore), per 2 mesi ha sbagliato formazione. Chiesa e Bernardeschi devono giocare sempre. Ilicic va ceduto perchè è come la squadra, bello e inconcludente, mentre i due giovani sono meno belli ma 100 volte più cattivi. Il resto va tutto abbastanza bene. Devono diventare continui, altrimenti quest’anno non vanno nemmeno in Europa League. SI PUO’ DARE DI PIU’

GENOA 5/6: Genoa passione illudere. E’ partito molto forte, però presto ha incocciato partite difficili con avversarie complicate e ha un pò perso le direttive. Juric sta crescendo da allenatore, Genova è perfetta per il suo calcio alla Gasperini, e ha tanti giovani in campo, però l’esperienza è quella che è. Giocare in casa loro è difficile per tutti, ma per quest’anno cerchiamo di migliorare le basi, senza fare voli pindarici. PERFECT ILLUSION

INTER 6+: Ecco la compagna di merende della Fiorentina. Sinceramente della questione allenatore non parlo, Pioli sa già che sta lavorando con le valigie in mano. Però sta lavorando con una squadra  fortissima. Presi per singoli giocatori l’inter è devastante, solo che ci ha messo tre mesi a trovare l’allineamento dei pianeti e quando è partita, gli altri erano già a metà percorso. Se registra difesa e non si perde a inseguire le libellule, può dare filo da torcere per la qualificazione Champions. SI PUO’ DARE DI PIU’ (PARTE 2)

JUVENTUS 9: Fa un campionato a parte. Le sconfitte, pesanti come macigni, che ha subito non hanno fatto altro che fortificarla. Higuain è già tornato L’HIGUAIN,  Dybala sta tornando,  Rugani sta crescendo. Se non si suicida, saranno 6 in fila. DOMINATORI

LAZIO 8: Lasciamo fuori la società perchè è meglio non dire nulla (questione Bielsa). Simone Inzaghi è capace. Bravo a recuperare Keita, bravo a lavorare sulla testa di Felipe Anderson e fortunato a ritrovare una grande De Vrij. Sono solidi, compatti e per ora a ridosso della champions. Non so quanto dureranno, perchè contro le dirette rivali non vincono,  ma per ora insieme a Milan e Atalanta, sono la sorpresa più bella. A ROMA SOLO LA LAZIO

MILAN 7,5: Anche qua, lasciamo fuori il discorso società che è un disastro. Per Montella e la squadra invece, è lo stesso identico discorso fatto per l’Atalanta. Nessuno si aspettava tutto ciò. Giocano come devono giocare, corrono e si sacrificano. Hanno un fenomeno in porta, un Suso da sballarsi e una fortuna sfacciata (che però va ricercata). Per organico, energie spese e talento non so se andranno oltre il sesto posto, ma è più che sufficiente per costruire solide basi. SORPRESISSIMA (PARTE 2)

NAPOLI 7: Sinceramente, i proclami di inizio stagione non gli fanno affatto bene. Per l’ennesimo anno non sono al livello della Juve e manco ci si avvicinano. Il calcio più bello d’italia è insegnato dal loro allenatore, ma non basta per vincere. Perdono punti dove nessuno si aspetta che li possano perdere, e sono anche abbastanza sfigati. Quella trazione offensiva, con Milik là davanti…. si sarebbe lasciata guardare. Però hanno trovato il centrocampo del futuro, finchè non glielo smontano. Diawara+Zielinski+Hamsik = devastanti. SE HIGUAIN VA ALLA JUVE E FA PIU’ DI 15 GOL…

PALERMO 4: Disastrosi. Avere  Zamparini come presidente non aiuta quasi mai, perchè attua il contrario del comportamento di un perfetto presidente. Sinceramente, i due punti buttati ieri sera con il Pescara sono un altro assist per la salvezza dell’Empoli. Lo scontro diretto post befana, ci dirà molto su chi delle due si salverà. PESSIMI

PESCARA 2: Sarebbero da 0. Non sono una squadra costruita per rimanere in A. Sembra l’Ancona di Jardel. Non hanno ancora vinto e perciò torneranno in serie B, come 4 anni fa. INGUARDABILI

ROMA 7,5: Stesso discorso del Napoli… non sono al livello della Juve, e lo scontro diretto ha dato l’ulteriore conferma. Bravi a rimettere in ritmo Dzeko, fondamentale con i suoi gol, però c’è sempre un qualcosa che non funziona. Manca proprio l’attitudine a vincere e a lavorare. Lo ha spiegato bene Capello, che ha allenato l’ultima Roma vincente. “Quando abbiamo vinto lo scudetto, 6 mesi dopo la gente stava ancora festeggiando, ma io ho detto, non si può continuare a festeggiare, serve mettersi sotto e continuare a lavorare, altrimenti non si vincerà più” ecco. NUN FA LA STUPIDA

SAMPDORIA 5,5: Genova passione illudere parte 2. Squadra involuta, che deve assolutamente avere una scossa per evitare di finire nella ultime 5 posizioni. Muriel rimane la più grande incompiuta del nostro campionato, aspetto ancora un allenatore che lo faccia rendere allo stesso livello per almeno 30 partite. Per ora se si arriva a 10 è tanto (così come B.Fernandes). Il resto è molto giovane e si farà, ma per ora sta dov’è. PERFECT ILLUSION (PARTE 2)

SASSUOLO 5: E’ una finta insufficienza perchè qua la sfiga ha varcato ogni soglia. E’ incommentabile perchè stanno a soli 7 punti dalla zona retrocessione, ed è brutto vederli lì. Con l’anno nuovo e qualche rientro, dovremmo (speriamo) vedere il vero Sasol. Comunque nel casino generale, Di Francesco sta tirando fuori: Lirola, Sensi, Ricci ecc ecc… AMMAZZA CHE SFIGA

TORINO 7: I Miha-boys sono una bella sorpresa. Hanno ambizioni molto importanti, forse troppo importanti. Il calcio da vedere è anche piacevole, trazione offensiva, giocatori di talento, un goleador di razza e tanta buona volontà. Per l’Europa, se il nucleo rimane, ci si può pensare… magari l’anno prossimo. SE NON CI SMONTANO LA SQUADRA

UDINESE 6/7: I veri inaspettati sono loro. Non sono l’Udinese di Guidolin, ma a metà classifica ci sguazzano che è un piacere. Sono dovuti passare attraverso l’arrivo di Del Neri,che era necessario, e ora sono tranquilli. Il mister veneto ha ribaltato la squadra e la sta facendo navigare in acque sicurissime, lontano da contestazioni e proteste dei tifosi. SCIOGLILINGUA AKA DEL NERI