Milan-Genoa 1-0: Mati Fernandez regala la vittoria ai rossoneri

A San Siro è tutto pronto per l’anticipo della ventinovesima giornata di campionato tra Milan e Genoa. Il Milan deve tentare di non perdere il passo dalle contendenti alle posizioni europee, il Genoa deve cercare di riscattare un periodo privo di buone prestazioni e buoni risultati.

Pronti via, Bertolacci si fa male e deve uscire. Viene sostituito da Locatelli, costretto praticamente ad entrare a freddo, che crea subito problemi per il Genoa sfiorando il palo esterno alla destra di Lamanna. Il Genoa risponde ma per i primi minuti non riesce a creare grossi problemi ai rossoneri, mentre all’11’ arriva il primo brivido per il Milan, con un tiro di Taarabt servito da Lazovic, che però tira con troppa poca forza e troppo centralmente per impensierire Donnarumma. Al 17′ la partita di accende: Ocampos tira in porta ma Izzo devia all’ultimo il pallone fuori dalla porta; dopo un minuto Deolofeu mette in scena una delle sue azioni e manda la palla di pochissimo fuori sulla destra di Lamanna. Al 20′ Mati Fernandez calcia una punizione, illudendo i tifosi rossoneri, ma ancora una volta il suo destro non entra in porta per pochissimo. Il Genoa prende per qualche minuto la partita in mano, ma le azioni dei Grifoni, spinti da Hiljemark, non impensieriscono il Milan, che al 31′ conquista il primo calcio d’angolo: tira Locatelli, Ocampos colpisce debolmente di testa ma Lamanna blocca senza problemi. Basta aspettare giusto un paio di minuti e quello che fino a questo momento è stato il migliore in campo sblocca il risultato: Mati Fernandez si inserisce su un tocco di Lapadula, si ritrova in uno contro uno davanti al portiere, tocca morbido da sotto e batte Lamanna. Fallaccio di Cataldi, arrivato fuori tempo su Locatelli: primo giallo della partita per il numero 94 del Genoa. Al 38′ Simeone tenta l’azione solitaria contro Donnarumma ma il suo tiro viene deviato e arriva docile tra le mani di Donnarumma. Possesso palla parziale al minuto 40: 64% Milan, 36% Genoa, dato emblematico dell’andamento della gara. Cross di Laxalt dalla sinistra, Vangioni interviene di petto e passa a Donnarumma. Tre minuti il recupero decretato dalla terna arbitrale. Vangioni tenta un cross vicinissimo alla porta, trova la porta di Kucka ma il numero 33 del Milan tira troppo debolmente e regala la palla a Lamanna. Ntcham crea il primo vero pericolo per il Milan, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Il primo tempo termina senza altri scossoni.

In apertura di secondo tempo la prima occasione è per il Milan, ma il tiro di Deolofeu viene deviato in angolo dalla difesa rossoblù: nulla di fatto. Dopo qualche minuto di  scambi a centrocampo, il Milan guadagna un ulteriore calcio d’angolo: Locatelli interviene sul lancio ma non centra la porta. Il Genoa torna in attacco ma non riesce a manovrare in maniera limpida e non impensierisce in Milan, che torna dall’altro lato del campo e si rende pericoloso con Ocampos, poi con Lapadula e con Locatelli, ma non riesce a lasciare il segno. Il Genoa torna a colpire con Lazovic, ma Deolofeu intercetta e neutralizza il pericolo: ottimo anche in difesa, lo spagnolo del Milan. Al 16′ entra Edenilson per Lazovic e Mandorlini schiera il suo Genoa in un 3-5-2. Il Milan tenta di mordere nuovamente con Ocampos, ma il suo tiro finisce alto sulla traversa. Izzo si ferma al 23′, probabilmente per i residui del problema avuto durante il primo tempo: Russo ferma il gioco, entra Biraschi al posto di Izzo che lascia la fascia di capitano a Lamanna. Al 25′ Ocampos crea una nuova occasione per il Milan: crossa verso Mati Fernandez che intercetta di testa ma non centra la porta. Il Genoa cerca di creare qualcosa, ma sembra privo di idee. Deolofeu allora si incarica di rimettere in difficoltà la difesa del Grifone, passa a Ocampos ma il numero 11 del numero calcia alto sopra la traversa. Passa giusto un minuto e Kucka tenta un tiro simile, ottenendo lo stesso risultato. Al 29′ esce l’uomo partita, Mati Fernandenz, tra gli applausi di San Siro, ed entra Pasalic. Al 76′ Mandorlini utilizza l’ultimo cambio per inserire Pinilla per Taarabt e sperare in un guizzo del cileno. Kucka ruba palla e tenta di oltrepassare la difesa del Genoa, ma viene fermato. Ammonito De Sciglio per un intervento su Laxalt. Lapadula guadagna il terzo corner per i rossoneri, Lamanna allontana coi pugni, De Sciglio tenta un colpo di testa, sfiora il palo ma vede il pallone scivolare fuori. Edenilson ed Hiljemark tentano di rianimare il Genoa, Ntcham calcia ma manda il pallone alto sulla porta di Donnarumma. Angolo per il Genoa, quarto della gara, ma il pallone teso oltrepassa l’area. Contropiede Milan: Deolofeu solo contro la difesa cerca di oltrepassare Lamanna ma porta il pallone con sè troppo in avanti e il suo tiro trasversale viene deviato vicino la linea. Lo spagnolòo ci riprova dopo un minuto ma il suo destro di perde sull’esterno della rete alla sinistra di Lamanna. Al 42′ entra Antonelli per Lapadula, il Genoa conquista il quinto corner, neutralizzato da Donnarumma. Tre i minuti di recupero anche per il secondo tempo. Deolofeu riparte con l’ennesimo inserimento sulla destra ma questa volta decide di servire Antonelli che in contrasto con un difensore genoano manda la palla fuori. Il Genoa tenta l’ultima disperata manovra d’attacco ma non riesce a far arrivare il pallone nell’area di rigore di Donnarumma. Finisce così a San Siro, Milan 1 – Genoa 0.

ACMilan: Donnarumma; De Sciglio, Paletta, Zapata, Vangioni; Kucka, Bertolacci (2′ Locatelli), Mati Fernandez (29′ s.t. Pasalic); Ocampos, Lapadula (42′ s.t. Antonelli), Deulofeu.

A disposizione: Storari, Plizzari, Honda, Gomez, Poli, Antonelli, Cutrone, Locatelli, Pasalic, Calabria.

Diffidati: Ocampos, Pasalic.

Allenatore: Vincenzo Montella.

Genoa: Lamanna, Gentiletti, Izzo (c) (23′ s.t. Biraschi), Simeone, Ntcham, Hiljemark, Taarabt (31′ s.t. Pinilla), Lazovic (16 s.t. Edenilson), Munoz, Laxalt, Cataldi.

A disposizione: Rubinho, Edenilson, Cofie, Palladino, Biraschi, Beghetto, Orban, Pandev, Brivio, Rigoni, Morosini, Pinilla. 

Diffidati: Laxalt, Cofie, Orban, Pinilla.

Allenatore: Andrea Mandorlini.

Arbitro: Carmine Russo di Nola